Lombalgia: l’importanza di un approccio riabilitativo

La lombalgia rientra tra le motivazioni più frequenti di consulto del medico curante. Per convenzione viene definita come dolore muscoloscheletrico localizzato al di sotto del margine costale e al di sopra della piega glutea.
La lombalgia viene distinta in:

  • ACUTA: se la durata dell’episodio è inferiore a 6 settimane,
  • SUBACUTA: compresa tra 6 e 12 settimane,
  • CRONICA: superiore a 12 settimane.

LOMBALGIA CRONICA

La lombalgia cronica è ulteriormente differenziata in tre categorie:

  • NON SPECIFICA, se non attribuibile a una causa nota;
  • SPECIFICA, se correlata a patologie vertebrali (traumi, neoplasie, infezioni, malattie infiammatorie, spondiloartrite, discopatie degenerative, cause vascolari e intra-addominali);
  • RADICOLOPATIA.

In alcuni casi si associa a dolore e/o sintomi neurologici a carico di uno o entrambi gli arti inferiori.

Il criterio diagnostico maggiormente accettato, in ogni caso, prevede la presenza di dolore lombare nelle ultime 4 settimane sufficientemente intenso da limitare le attività ordinarie o modificare le abitudini quotidiane per più di una giornata.

LA PRESA IN CARICO DEL FISIOTERAPISTA

La presa in carico del fisioterapista prevederà:

  • anamnesi
  • esame fisico e test specifici

per identificare le strutture potenzialmente responsabili della sintomatologia e soprattutto per valutare la presenza di fattori che rendano necessaria una valutazione medica specialistica

Le più recenti linee guida NICE (National Institute for Health and Care Excellence) raccomandano approcci conservativi nei pazienti con lombalgia, piuttosto che interventi farmacologici e invasivi.

Il trattamento si focalizzerà sulle problematiche individuate durante l’anamnesi e l’esame fisico, e potrà avvalersi di terapia manuale, terapia strumentale ed esercizio terapeutico.

Rendere il paziente consapevole ed educarlo a una corretta ergonomia e gestione del corpo a seconda di quale sia il suo stile di vita, sono fattori determinanti per la riuscita del trattamento e la prevenzione di recidive.

Sei interessato a una consulenza in merito? Contattaci

Condividi:
Apri la chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao come possiamo aiutarti?